CBD e Psoriasis

CBD e Psoriasis
CBD e Psoriasis

La psoriasi è una malattia della pelle che si manifesta in persone di diverse fasce d’età. Si ritiene, dopo i risultati provenienti da vari studi, che il fattore primario che da adito alla malattia, sia principalmente una specifica predisposizione genetica, fattore che riesce ad essere però mitigato, grazie ad alcune delle proprietà del cannabidiolo. In questo articolo tratteremo di questa patologia, descrivendo in dettaglio la psoriasi, il trattamento con la cannabis e la crema contro la psoriasi. Tutto questo per permettere la comparsa di alcune strutture squamose sulla pelle, e il futuro di alcuni composti, in questo caso il CBD. Vuoi saperne di più? Andiamo!

Che cos’è la psoriasi?

Se prendiamo in considerazione lo studio condotto nel 2014 dal Dipartimento di Dermatologia dell’ospedale universitario Germani Trias i Pujol, si stima che la psoriasi nel nostro paese ha un tasso di incidenza sulla popolazione del 2,3%, il che è equivalente a più di un milione di persone.
Questa malattia provoca forti irritazioni cutanee, che possono persistere per mesi e non sono prevedibili. È considerata una patologia autoimmune, con alcune predisposizioni genetiche. Inoltre, i linfociti T (responsabili dell’attacco e della rimozione degli agenti esterni) vengono attivati in modo erroneo, rispondendo con una forte attività metabolica, che spesso colpisce le cellule della pelle. Tranquillo! Ora andremo a spiegarti alcuni possibili rimedi.
Per rispondere a questi problemi, esistono diverse opzioni per moltiplicare rapidamente le cellule della pelle, come se si trattasse di un meccanismo di compensazione per l’attacco prodotto dai linfociti T. Così, le cellule perdono le loro funzioni vitali e le placche di queste cellule compaiono sulle eruzioni cutanee, producendo arrossamenti intensi o elementi bianchi squamoso.
Molti dei sintomi si aggravati in momenti specifici, come in inverno, quando il sistema immunitario impiega del tempo ad adattarsi all’ambiente esterno o con pazienti in cura con alcuni tipi di farmaci non steroidei o anti-infiammatori.

Sintomi della psoriasi

– Macchie rossastre sulla pelle.
– Accumuli squamosi.
– Pelle a rischio di rottura e sanguinamento.
– Prurito, dolore o irritazione. Nel caso specifico, soprattutto su ginocchia o gomiti.

La malattia non è contagiosa, ma purtroppo al momento non esiste una cura per farla scomparire definitivamente. I trattamenti attuali si basano esclusivamente sull’esame dei sintomi. Questo fa si che le persone si sottopongano a diversi trattamenti, che nella maggior parte dei casi consistono nell’utilizzo di creme, vitamine o farmaci.
Fortunatamente, ora c’è un nuovo potenziale alleato per i pazienti con questa malattia: le creme al CBD.

Il CBD per alleviare la psoriasi

I composti ottenuti dalle piante di cannabis sono usati per trattare un gran numero di malattie comuni (ad esempio diabete, epilessia, artrite, morbo di Parkinson, cancro, ecc). Tra questi importanti composti troviamo anche il Cannabidiolo, per il trattamento della psoriasi della pelle.
Questo trattamento topico, in forma di crema, ha un grande potenziale per ridurre l’infiammazione e favorire la rigenerazione delle cellule. Riduce anche l’attività (indesiderata) del sistema immunitario, svolge azione di pulizia dei pori infiammati e ammorbidisce la pelle.
Oggi, come tutti sappiamo (e ampiamente accettiamo), una delle funzioni più importanti del CBD è quella di unirsi ai recettori dei cannabinoidi nel nostro corpo. Quando avviene questa unione, si producono effetti benefici a cascata sul metabolismo, tra cui un’elevata attività antinfiammatoria dei tessuti. Se teniamo presente che il CBD è una molecola facilmente assorbibile, è già ben chiaro in che modo possa essere un grande alleato per alleviare i sintomi di questa malattia.
Tra tutti i vantaggi dell’uso di CBD, forse il più importante è che non è tossico. Oltretutto, questo unguento ha proprietà antiossidanti e protegge dall’azione nociva dei raggi ultravioletti, fornendo grandi – e specifici- benefici ai pazienti con problemi cutanei.

Studi su cannabis e psoriasi

– Allevia i sintomi della psoriasi grazie al suo potere antinfiammatorio.
– In alcuni pazienti, migliora l’appetito.
– Abbassa i livelli di glucosio nel sangue.

Questi miglioramenti sono stati sperimentati da Miguel, 43 anni, soffre di psoriasi da quando ha 35 anni. Grazie al CBD è riuscito a migliorare le sue difese immunitarie, oltre ad abbassare il suo livello di zuccheri nel sangue. Ora sta finalmente affrontando la sua vita quotidiana con energia!

Trattamento per la psoriasi della pelle

Diversi studi (R&D) e approcci suggeriscono che il cannabidiolo come farmaco può rallentare la crescita delle cellule cutanee ancora non abbastanza mature, evitando che si sovrappongano. Ciò causa la formazione di squame sulla pelle.
In tutti i gruppi di ricerca sul CBD, ci sono molte singole persone che hanno una solida esperienza nell’analisi della malattia. Tra questi, ad esempio, il dottor Mechoulam in Israele. Il governo di questa nazione è stato pioniere nell’attuazione di un Piano statale per la Cannabis Medicinale.
Questa iniziativa poderosa ha portato medici e ricercatori, ma anche il grande pubblico, ad acquisire maggiore consapevolezza e interesse per questi composti, oltrechè sulla grande efficacia terapeutica che hanno mostrato nel combattere questa patologia.
Inoltre, diverse organizzazioni e paesi hanno seguito le orme di Israele. Il caso più sorprendente e conosciuto è quello della Colombia, che è arrivata a legalizzare l’uso della marijuana come terapia per molte malattie, e ad incentivare e promuovere la ricerca sulla cannabis, per favorirne il trattamento sulle più svariate patologie.
Nel caso della Spagna, uno dei ricercatori con la più vasta esperienza nel settore è Manuel Guzmán e il suo team, dell’Università Complutense di Madrid, che ha condotto un primo studio in pazienti con cancro terminale. Questi ultimi hanno avuto importanti effetti positivi, molto promettenti verso il trattamento specifico della psoriasi con la cannabis e nella ricerca di una crema specifica contro la psoriasi.
Ad oggi, il CBD non solo ti aiuta a combattere la malattia grazie alla crema specifica contro la psoriasi, ma riduce anche il rossore cutaneo. Ma è stato anche dimostrato, che il numero di persone affette da malattie croniche o acute, come il cancro o l’epilessia, è molto diminuito. Provate il CBD e raccontateci le vostre esperienze!
Se l’articolo ti è piaciuto, non esitare a condividerlo.

Lascia un commento